>    profilo personale
 
>    la patologia vertebrale
 
>    conferenze
 
>    links utili
 
>    informazioni
domenica 28 maggio 2017      
 
 

 
PROFILO PERSONALE

  

Nato a Napoli il 5 Maggio 1941,

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l' Ateneo Napoletano.

Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia presso la Clinica Ortopedica dell 'Università di Napoli.

Specializzazione in Fisiatria presso la Clinica Ortopedica dell'Università di Roma.

 

 

 

CARRIERA

 

Dal 1967 dapprima Interno, poi Assistente ed Aiuto presso la 24° Divisione di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale Cardarelli di Napoli, diretta dal Prof. Eugenio Jannelli.

Dal 1994 responsabile del Modulo di Chirurgia Vertebrale nello stesso Ospedale.

Dirigente Medico di II° livello presso l’Unità Operativa di Ortopedia  e Chirurgia Vertebrale dell’ Ospedale A.Cardarelli dal 1996.

Dal Settembre 2000 Responsabile della Unità Operativa di Chirurgia Vertebrale presso l’Ospedale A.Cardarelli.

Nel Febbraio 2004, in seguito alle difficoltà incontrate nell'espletamento della propria attività chirurgica, e determinate dai tagli operati dalla Amministrazione sul budget finanziario relativo all'acquisto del materiale di impianto necessario per tali interventi, decideva di interrompere il proprio rapporto con l'Amministrazione Ospedaliera, e dava le proprie dimissioni, dedicandosi ad attività professionale privata.

 

 

FORMAZIONE PROFESSIONALE

  

 
Dal 1974 si dedica alla specializzazione in Chirurgia della Colonna Vertebrale, frequentando i Centri più qualificati del mondo, in vari stages di perfezionamento:
 
 

 
      l     1974: Centro dei Massues di Lione sotto la guida del Dr. Pierre Stagnara: apprende le metodiche della scuola Lionese sul trattamento conservativo e chirurgico delle deformità vertebrali. Il dott. Pierre Stagnara è uno dei principali fondatori della moderna Chirurgia vertebrale, e diviene il suo vero Maestro;
 
 
 
 
 
 

l     1975: Stage all'Istituto Livet presso il dott. Onimus il quale aveva introdotto in Europa la tecnica di correzione delle scoliosi con la metodica del dott. Dwyer, che prevedeva un accesso anteriore al rachide attraverso la toracofrenolombotomia (apertura del torace e dell''addome)

 


  

      l     1976: Istituto Calot di Berk Plage, diretto dal Prof Yves Cotrel: stage dedicato all'apprendimento della tecnica di strumentazione vertebrale per la correzione delle scoliosi messo a punto dal dott. Cotrel; al Congresso 1979 del Gruppo di Studio delle Scoliosi il dott. Catani presenterà la prima casistica italiana di oltre 100 scoliosi trattate con tale metodica;

 

 


      l     1979: Servizio di chirurgia ortopedica dell'Ospedale La Pitiè-Salpètriere, Parigi, diretto dal Prof. Raymond Roy Camille, il quale, per primo al mondo aveva proposto una metodica di stabilizzazione vertebrale con viti peduncolari. Tale tecnica veniva adottata dal dott. Catani dal 1978, primo in Italia, e poteva presentare al VIII° Congressso GIS una casistica di oltre 80 casi di fratture trattate con tale principio. 

 

 

 


        l     1983: Deutesches Skoliosensentrum Werner Wikler, Bad Wildungen, Germania, diretto dal dott. Klaus Zielke; questo chirurgo aveva proposto una metodica di correzione delle scoliosi per via anteriore con una strumentazione originale che migliorava notevolmente l'affidabilità della strumentazione sec. Dwyer. Il dott. Catani adottava tale metodica per il trattamento chirurgico delle scoliosi, presentando al IX° Congresso GIS del 1986 una prima casistica di pazienti adulti operati con tale tecnica, estremamente complessa.

  

 


      l     1985: Servizio di Ortopedia Pediatrica dell'Ospedale Saint Vincent de Paul, Parigi, diretto dal Dott. Jean Dubousset: questi, in associazione con Yves Cotrel, aveva messo a punto un sistema di strumentazione vertebrale “universale”, per la correzione delle scoliosi, ma anche per la stabiilizzazione delle fratture e del rachide degenerativo. Il dott.Catani adottava tale metodica che in parte modificava, presentandone i risultati nel 1990, al 1° Congresso internazionale sul sistema Cotrel-Dubousset a Munster (Germania) 

 

 

         l     1986: Reparto Scoliosi dell'Ospedale Rizzoli di Bologna, diretto dal Prof. Romolo Savini con cui stabiliva una fraterna amicizia ed una collaborazione per la   messa a punto delle tecniche di accesso alla colonna vertebrale per via anteriore (toracofrenolombotomia);  

 

 



l     1994: Clinica Balgrist di Zurigo, Direttore Dott. Hans Jorg Leu: stage dedicato al trattamento chirurgico del rachide degenerativo per via percutanea. Durante tale soggiorno, il dott. Catani eseguiva un intervento dimostrativo di correzione chirurgica di scoliosi con viti peduncolari. Presentazione di una relazione scientifica al programma di formazione medica post-graduale presso la Clinica Balgrist di Zurigo:   “Chirurgia delle scoliosi”.   

 


      |  1994: Hospital Orthopedique Chirurgical Stephanie di Strasburgo: collaborazione con il dott. Jean Paul Steib per la messa a punto del sistema di    correzione vertebrale S.R.S.

 

 

  


        

  |   1996: Centro Scoliosi Twin Cities, Milwaukee, Usa,  diretto dal dott. Winter, fra i fondatori della Scoliosis Research Society, esperto di Chirurgia vertebrale     ed autore di un importante studio sulle malformazioni congenite del rachide;

 

 

 

 


 

   

       l     1997: Centro di Chirurgia Vertebrale di Lagensteinbach, Karlsbad, Germania, diretto dal prof. Jurgen Harms; questo Autore proponeva una metodica modulare di stabilizzazione vertebrale, detta Moss Miami, con cui era possibile il trattamento chirurgico delle deformità vertebrali e del rachide degenerativo; il dott. Catani adottava tale metodica che ancor oggi rappresenta la massima espressione di efficacia in tale chirurgia. 

 

 


 
 
  • 1990: Assegnazione della Borsa di Studio in memoria del Dr. C.Belaise, per la sua attività e produzione scientifica, ed in particolare per il contributo “Il trattamento chirurgico delle lordoscoliosi toraciche con CD-SSW”, da parte del Comitato Direttivo del GIS, Gruppo Italiano di Studio della Scoliosi
  •   1994 Conferenza al Programma accademico del Corso 542 della Università di Zurigo "Grundlagen und Spezialbereiche der Orthopadie, Paraplegiologie und Rheumatologie":           "Deformità congenite del rachide e deviazioni vertebrali" Orthopadische Universitatsklinik , Zurich (Svizzera)  
  •  1994 Conferenza di Insegnamento alla Scuola di Specializzazione in Ortopedia dell’Università di Zurigo “Trattamento chirurgico delle deformità vertebrali per via anteriore”
  •  1997: Partecipazione come Istruttore al Corso avanzato di Chirurgia del Rachide “La technique de modelage in situ dans le traitment des pathologies rachidiennes” Parigi , Francia 

  • 2001: Partecipazione come Istruttore al Corso avanzato di Chirurgia del Rachide della  A.O.International Palermo, Italia
 

  

Ha partecipato nella qualità di Guest Speaker a 59 Congressi nazionali ed Internazionali.

 

 

Casistica Chirurgica

 

  •  Ha eseguito oltre mille interventi di correzione di scoliosi, introducendo per primo in Italia la via di accesso anteriore al rachide (1979): la relativa casistica di pazienti operati mediante tale accesso rappresenta ancora oggi la più numerosa statistica in Italia; ha utilizzato per primo in Italia la metodica di strumentazione segmentaria sec. Cotrel Dubousset (1984), per la correzione delle deformità vertebrali, modificandola con l'adozione della tecnica dei fili sublaminari; ha in seguito collaborato con il dott. Jean Paul Steib di Strasburgo per la messa a punto della tecnica di correzione SPS (in Sito Contouring Spine); ha infine adottato la metodica MOSS-MIAMI, basata sulla adozione di viti peduncolari: tale metodica rappresenta ancora oggi lo stato dell'arte in chirurgia vertebrale, consentendo correzioni ingenti e stabili, tanto da consentire una ripresa funzionale immediata, senza cioè la necessità  di immobilizzazione postoperatoria.
  •  Ha utilizzato per primo in Italia la strumentazione vertebrale mediante viti peduncolari (1978), proposta da Roy-Camille e Saillant nel 1976, per la stabilizzazione vertebrale; 
  •   Ha eseguito oltre cinquecento interventi per spondilolistesi;
  •   Ha eseguito oltre seicento interventi di stabilizzazione per tumori vertebrali, traumi; 
  •    Ha eseguito oltre tremila interventi per ernia del disco.
 
  luigicatani.it |Luigi Catani - Medico Ortopedico - Specialista in Chirurgia Vertebrale | 2010 - p. iva 0123456789 - adv senecacomunicazione